Monumento al Pellegrino

 

In occasione dell'anno giubilare del 2000, la scultrice romana Igina Colabucci-Balla fece dono alla Parrocchia di Santa Maria Maddalena Penitente di Torrenieri di una sua scultura in bronzo, il Monumento al Pellegrino, che venne collocato all'inizio del sagrato della Chiesa di San Rocco, lungo il percorso urbano della Francigena; luogo appropriato perché quella Chiesa è dedicata ad un Santo che è stato pellegrino anche sul tratto valdorciano della via Francigena.
Questo monumento (a differenza di quello presente a Finisterre lungo il cammino di Santiago di Compostela che rappresenta un paio di scarpe usurate dal lungo camminare) raffigura due piedi rivolti verso il cielo, che escono da una lunga veste, quindi con una simbologia ricca e sottesa.

La Igina Colabucci-Balla opera nel campo dell'arte figurativa in pittura e scultura: nella Chiesa Parrocchiale di Torrenieri della stessa artista vi sono 15 formella bronzee che illustrano in maniera originale le scene della Passione di Cristo.
Ha frequentato i corsi dell'Accademia di Belle Arti di Roma e nel 1973  iniziò a collaborare con lo scultore bulgaro Assen Peikov, autore, fra l'altro, della grande statua di leonardo da Vinci collocata all'aereoporto di Roma-Fiumicino.

Il Monumento al Pellegrino di Torrenieri (che ci risulta l'unico presente sulla via Francigena, almeno nel percorso italiano) fu inaugurato il 21 maggio del 2000.

AlCap